Reperibilita' 24 ore 3663942538

Anagrafe Nazionale Felina

Scritto da:

Clinica Veterinaria Gaia


La Clinica Veterinaria Gaia Ancona

e’ accreditata per l’inserimento del MICROCHIP nel gatto .

CONTATTO


L’Anagrafe Nazionale Felina è una banca dati informatizzata che registra i dati identificativi dei gatti dotati del dispositivo di identificazione elettronico (microchip).

Tutti i proprietari e detentori possono rivolgersi ad un medico veterinario che aderisce all’Anagrafe per l’identificazione e la contestuale registrazione on line dell’animale di proprietà o in custodia.

Il servizio è attivato su base volontaria e ha la finalità di favorire il controllo della demografia felina, contrastare l’abbandono e agevolare il ricongiungimento del gatto con il suo proprietario in caso di smarrimento in Italia o all’estero mediante azioni di identificazione e tracciabilità animale.

L’Anagrafe Nazionale Felina si propone inoltre di contrastare l’abbandono, il furto e lo smarrimento del gatto di proprietà o in custodia.

Per le sue finalità professionali e coerenti con la missione deontologica del medico veterinario, l’Anagrafe ha ottenuto il patrocinio della Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani (FNOVI).

A chi è rivolta:

AL GATTO che, registrato in Anagrafe a cura del medico veterinario, ottiene maggiori garanzie di identificazione, rintracciabilità, tutela contro abbandono, furto e smarrimento; nonché conformità alle norme di movimentazione a scopo non commerciale al seguito del proprietario/detentore nei Paesi Europei.

L’Anagrafe Nazionale Felina è pensata per il:

  • gatto di proprietà
  • gatto delle colonie feline
  • gatto già microchippato ma non registrato in alcuna banca dati anagrafica
  • gatto già microchippato e registrato in una anagrafe non nazionale

AL PROPRIETARIO/DETENTORE che consultando il sito dell’Anagrafe potrà ricercare il medico veterinario territorialmente più vicino al quale rivolgersi per la microchippatura del proprio gatto e la contestuale registrazione in Anagrafe.

AL MEDICO VETERINARIO che partecipando all’Anagrafe, attraverso una semplice registrazione on line, potrà rendersi reperibile nell’elenco pubblico dei medici veterinari aderenti e così concorrere alla promozione dell’identificazione elettronica del gatto, quale gesto di possesso socialmente responsabile e di prevenzione veterinaria.

ALLE AUTORITÀ COMPETENTI in vista di azioni di controllo demografico tramite campagne di sterilizzazione per la prevenzione della riproduzione incontrollata.

La Banca Dati Anagrafe Nazionale Felina raccoglie e contiene:

  • dati dei gatti identificati e registrati in Anagrafe
  • dati dei medici veterinari aderenti
  • dati dei proprietari/detentori

Tutti i dati sono trattati nel rispetto delle norme sulle privacy.

Come funziona…

Per identificare e registrare il gatto

Ogni proprietario o detentore può rivolgersi ad uno dei medici veterinari aderenti all’Anagrafe Nazionale Felina per l’identificazione e la registrazione del proprio gatto. Per individuare il medico veterinario territorialmente più vicino basterà consultare l’elenco dei medici veterinari aderenti, pubblicato on line.

L’inoculazione del dispositivo di identificazione elettronico (microchip) è un atto medico, che deve essere eseguito solo a cura di un medico veterinario iscritto all’Ordine professionale.

I dati del gatto a cura del medico veterinario:

  • codice identificativo del microchip
  • dati del proprietario/detentore
  • nome, razza, sesso, segni utili di identificazione, età, dell’animale
  • eventuale intervento di sterilizzazione, attuale o pregresso
  • eventuale cambio di proprietà
  • eventuale segnalazione che il gatto risulta smarrito o rubato
  • eventuale decesso dell’animale

Per favorire l’attribuzione della razza e la descrizione del gatto, sulla base di criteri univoci e riconosciuti, la banca dati dell’Anagrafe Nazionale Felina si è basata sulle attuali conoscenze di genetica, adottando apposite schede sintetiche corredate da immagini.

Per rintracciare un gatto

Chiunque rinvenga un gatto che si abbia ragione di ritenere smarrito o abbandonato può rivolgersi a qualsiasi medico veterinario o autorità preposta (es. i Servizi Veterinari o i Vigili urbani) per verificare, attraverso un apposito lettore, la presenza di un identificativo elettronico (microchip) e il relativo codice.

L’inserimento del codice del microchip dalla home page consente di verificare la presenza del gatto. Attraverso il numero di microchip, è possibile interrogare la banca dati dell’Anagrafe Nazionale Felina acquisendo le seguenti informazioni e dando corso alle seguenti azioni:

  • presenza o assenza del microchip nel database
  • in caso di presenza del gatto nell’Anagrafe sarà possibile risalire all’area di appartenenza geografica del proprietario; si potrà così contattare un medico veterinario dell’area di appartenenza geografica o un qualunque medico veterinario aderente all’Anagrafe Nazionale Felina per comunicare il ritrovamento di un gatto smarrito o abbandonato il cui microchip è presente in Anagrafe.

Solo i medici veterinari possono utilizzare i dati del proprietario/detentore per stabilire il contatto utile a favorire il ricongiungimento.

Guida per il proprietario

Proprietario o detentore?

Ai fini del possesso responsabile del gatto principio ispiratore del’Anagrafe Nazionale Felina, non rileva il distinguo fra il concetto di proprietario (cfr. Codice Civile) e il concetto di detentore (colui che in un dato momento assume l’onere di prendersi cura di uno o più gatti).

Si impegna alla prestazione nei confronti del medico veterinario e nei confronti dell’animale colui che la richiede.

Il proprietario/detentore che richiede la prestazione e che figurerà registrato all’Anagrafe Nazionale Felina dovrà essere maggiorenne.

Per identificare e registrare il proprio gatto

Il proprietario/detentore può rivolgersi ad uno del medici veterinari aderenti all’Anagrafe Nazionale Felina individuando, nell’elenco pubblicato on line il medico veterinario territorialmente più vicino.

Sarà possibile accordarsi, preferibilmente su appuntamento, per l’esecuzione della prestazione sul proprio animale.

L’inoculazione del dispositivo dì identificazione elettronico (microchip) è un atto medico veterinario, che deve essere eseguito solo a cura di un medico veterinario iscritto all’Ordine professionale.

Termini del servizio al proprietario

Le prestazioni eseguite dal medico veterinario per le finalità dell’Anagrafe Nazionale Felina consistono in:

  • inoculazione del microchip
  • registrazione in Anagrafe Nazionale Felina ed eventuali modifiche dei dati

Le prestazioni eseguite dal medico veterinario per le finalità dell’Anagrafe Nazionale Felina non sono gratuite. Il compenso è liberamente determinato dal singolo professionista/struttura veterinaria (Legge n. 248/2006).

I medici veterinari aderenti all’Anagrafe Nazionale Felina non possono essere contattati per motivi diversi (es. richieste di consulenze telefoniche, informazioni, urgenze, ecc.) da quello per cui figurano in elenco o comunque non sono tenuti a rendersi disponibili.

Attestazione di avvenuta identificazione e registrazione

Il medico veterinario rilascia al proprietario/detentore una attestazione di avvenuta identificazione del gatto mediante microchip e di contestuale registrazione nella banca dati dell’Anagrafe Nazionale Felina.

All’occorrenza, è previsto anche il rilascio di una attestazione di cambio di proprietà.

I dati del proprietario in Anagrafe

Il medico veterinario registra solo i dati personali del proprietario/detentore utili al perseguimento delle finalità dell’Anagrafe: nome, cognome, codice fiscale e recapiti.

Privacy

Ai fini della normativa sulla privacy (D.Lgs, n. 196/2003), l’informativa circa il trattamento dei dati personali del proprietario/detentore per le finalità dell’Anagrafe nazionale felina viene fornita verbalmente dal medico veterinario al proprietario/detentore.

Solo i veterinari aderenti all’Anagrafe accedono ai dati personali dei proprietari.

Il database non contiene dati sensibili.

Reperibilità del proprietario/detentore

Contestualmente all’adesione all’Anagrafe Nazionale Felina, il proprietario/detentore fornisce i dati anagrafici e segnaletici necessari all’espletamento del servizio. Una delle finalità qualificanti dell’Anagrafe è infatti quella di favorire il ricongiungimento dell’animale smarrito al suo proprietario/detentore.

Il proprietario/detentore qualora non accettasse di inserire i propri dati personali nell’Anagrafe, invaliderebbe di fatto il servizio.

Possesso responsabile del gatto

L’identificazione del proprio animale è un gesto di responsabilizzazione del proprietario/detentore che, attraverso l’attribuzione di un codice (microchip) e la contestuale registrazione nell’Anagrafe Nazionale Felina, contribuisce alla tutela del proprio animale.

Il proprietario/detentore che registra il proprio gatto nel database sarà già particolarmente motivato e sensibile verso le finalità dall’Anagrafe e pertanto non avrà alcuna difficoltà a collaborare con il medico veterinario, informandolo tempestivamente di ogni variazione relativa:

  • ai propri dati personali (recapiti, indirizzo, ecc)
  • agli eventuali passaggi di proprietà
  • all’eventuale decesso
  • all’eventuale smarrimento, furto del gatto

In caso di rinvenimento del proprio gatto (a seguito di smarrimento o furto), il proprietario/detentore si impegna alla massima collaborazione con i medici veterinari dell’Anagrafe per il tempestivo ricongiungimento con l’animale, fornendo recapiti di pronta reperibilità.

I dati a cura del medico veterinario

  • codice identificativo del microchip
  • dati del proprietario/detentore
  • nome, razza, sesso, segni utili di identificazione, età, dell’animale
  • eventuale intervento di sterilizzazione, attuale o pregresso (unico dato clinico dell’animate presente nel database, in quanto correlato alle azioni di controllo demografico della popolazione felina e alle finalità dell’Anagrafe)
  • eventuale decesso dell’animale
  • eventuale cambio di proprietà
  • eventuale segnalazione che il gatto risulta smarrito o rubato

Per favorire l’attribuzione della razza e la descrizione dei gatto, sulla base di criteri univoci, la banca dati dell’Anagrafe si è basata sulle attuali conoscenze di genetica adottando apposite schede sintetiche corredate da immagini.

II proprietario/detentore può

  • accedere all’elenco pubblico dei veterinari aderenti all’Anagrafe
  • contattare i veterinari aderenti all’Anagrafe per usufruire del servizio (identificazione-registrazione)
  • contattare i veterinari aderenti all’Anagrafe per comunicare variazioni dei propri dati, preferibilmente rivolgendosi al medico veterinario presso il quale ha effettuato la registrazione
  • contattare i veterinari aderenti all’Anagrafe per comunicare eventuale smarrimento o furto dell’animale, preferibilmente rivolgendosi al medico veterinario presso il quale ha effettuato la registrazione

In caso di rinvenimento di un gatto

Chiunque rinvenga un gatto che si abbia ragione di ritenere smarrito o abbandonato può rivolgersi a qualsiasi medico veterinario o autorità preposta (es. i Servizi Veterinari o i Vigili urbani) per verificare, attraverso un apposito lettore, la presenza di un identificativo elettronico (microchip) e il relativo codice.

L’inserimento del codice del microchip dalla home page consente di verificare la presenza del gatto. Attraverso il numero di microchip, è possibile interrogare la banca dati dell’Anagrafe Nazionale Felina acquisendo le seguenti informazioni e dando corso alle seguenti azioni:

  • presenza o assenza del microchip nel database
  • in caso di presenza del gatto nell’Anagrafe sarà possibile risalire all’area di appartenenza geografica del proprietario; si potrà così contattare un medico veterinario dell’area di appartenenza geografica o un qualunque medico veterinario aderente all’Anagrafe Nazionale Felina per comunicare il ritrovamento di un gatto smarrito o abbandonato il cui microchip è presente in Anagrafe.

Solo i medici veterinari possono utilizzare i dati del proprietario/detentore per stabilire il contatto utile a favorire il ricongiungimento.

In caso di insuccesso (recapiti non più validi, indisponibilità del proprietario/detentore), il medico veterinario disporrà la consegna del gatto, da parte dei rinvenenti, alle autorità cittadine e sanitarie del luogo di ritrovamento.

La Clinica Veterinaria Gaia Ancona

e’ accreditata per l’inserimento del microchip nel gatto. CONTATTO
// ]]>
 
 

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Articoli interessanti :