Reperibilita' 24 ore 3663942538

Il Lagotto Romagnolo

Scritto da:

Clinica Veterinaria Gaia

Il Lagotto Romagnolo

Oggi vi parleremo del Lagotto Romagnolo, una razza che noi amiamo molto, di cui conosciamo molto bene tutte le caratteristiche, le particolarita’ del carattere e le patologie che può presentare. Infatti il Lagotto Romagnolo, sempre piu’ frequentemente entra a far parte della famiglia come cane da compagnia.

Il Lagotto Romagnolo carattere e temperamento

Il Lagotto Romagnolo è una razza relativamente giovane e il suo impiego è sempre stato quasi esclusivamente come cane da lavoro. Solo da qualche tempo  il Lagotto Romagnolo viene adottato come cane da compagnia.

Il Carattere del Lagotto Romagnolo è un aspetto molto particolare di questa razza ed e’ l caratteristica principale per la quale viene molto apprezzata.

> Affettuoso e giocherellone, paziente con i bambini e instancabile compagno di giochi.

> Vivace e divertente all’aperto ,composto e rispettoso in casa.

> Intelligente e pronto all’apprendimento, quindi facilmente addestrabile e collegato psicologicamente al proprio padrone.

> Il Lagotto cerca sempre di compiacere i propri umani di riferimento. Sia in casa che all’aperto: si può desiderare di meglio?

> Non e’ litigioso ne con gli altri cani ne  con l’uomo

> E’ affettuoso e coccolone con i bambini

> Puo’ diventare permaloso se non si rispettano le regole e ci si dimentica di premiarlo e lodarlo

> Molto tranquillo sia in casa che a passeggio

> Abbaia molto poco

Il carattere del cucciolo di Lagotto

Capireil carattere del cucciolo è importante per determinare la sua capacità diadattarsi alla situazione che gli viene proposta dalla famiglia adottiva.

Ilcarattere del cucciolo si forma indicativamente nei primi 4 mesi di vita. Inrelazione alle esperienze che il cane farà può cambiare anche nell’arco dellasua vita. Un cucciolo socievole può cambiare il suo carattere anche da adulto ediventare  aggressivo o timido. Dipende dalle circostanze e dalleesperienze negative.

Solo una cucciolata ben seguita avrà uno sviluppo caratteriale omogeneoe non vi saranno squilibri con alcuni cuccioli troppo dominanti e altri troppo sottomessi.

Indicativamente tra la sesta e l’ottava settimana di vita, è possibile farsi un idea sul carattere del Lagotto da adulto.

Si può’ applicare il TEST DI CAMPBELL per stabilire approssimativamente la predisposizione che ha un cucciolo alla dominanza o alla sottomissione

I risultati ottenuti attraverso gli esercizi del test forniscono dei giudizi generali utili a capire l’adattabilità del cucciolo alle diverse situazioni della vita quotidiana.

> Il Lagotto e’ un cane tendenzialmente dominante, leale e competitivo

> Facilmente addestrabile e portato per essere un cane da lavoro.

Salute del Lagotto Romagnolo

Displasia dell’anca e del gomito: Lo sviluppo anomalo dell’articolazione dell’anca e del gomito determina malattia degenerativa, per evitare che evolva in maniera permanente e invalidante, è necessario intervenire sin dai suoi esordi. La diagnosi attraverso la Lettura Ufficiale della displasia dell’anca e del Gomito permette di valutare l’entità del danno alle articolazioni per poter formulare una prognosi e una terapia medica o chirurgica per i casi piu’ gravi. Si consiglia di accertarsi che i genitori del cucciolo siano stati testati per la displasia e testare il cucciolo stesso molto precocemente ( 3-4 mesi di eta’).

Epilessia: Una patologia neurologica caratterizzata da perdita di coscienza e convulsioni, eventi che possono avere una durata molto breve, a carattere transitorio e che possono passare inosservati, o episodi ricorrenti, con una lunga persistenza, impossibili da ignorare. Le crisi non sono provocate da una causa immediatamente evidente ed è molto importante consultare subito un veterinario che, attraverso una visita accurata ed eventuali esami, potrà effettuare una diagnosi.

Atrofia corticale: Una forma progressiva di degenerazione del cervello, i cui sintomi insorgono spesso in modo subdolo ed evolvono con veloce progressione cronicizzando rapidamente. Spesso caratterizzata da mancanza di coordinazione, questa patologia tende a comparire già alla nascita o a poche settimane da essa. Purtroppo non esiste una cura, ma solo terapia di supporto.

Alopecia durante la muta autunnale: Molte femmine di questa razza soffrono nella stagione autunnale di una perdita, più o meno estesa, di pelo sui fianchi, la cui causa sembra essere di origine ormonale, fortunatamente non sembra avere ripercussioni, ed il pelo in primavera ricrescesenza bisogno di terapie farmacologiche. L’importante è non confondere questo problema con altri, per non intervenire in modo errato.

Otiti: Come per tutti i cani ad orecchie pendenti il rischio di otiti è piuttosto alto, per prevenire questo tipo di patologie è importante far visitre frequentemente il proprio cane dal medico veterinario, pulire regolarmente con attenzione il condotto uditivo del cane e rimuovere i peli ( ci vuole un po di esperienza) che in questa razza crescono abbondantemente anche nel canale auricolare.

Cura del pelo: Il pelo del Lagotto Romagnolo necessita di molte cure, infatti se non viene tagliato, tende ad infeltrirsi ed annodarsi, dunque una volta all’anno è necessaria una tosatura completa; è anche molto importante tenere sempre il pelo più corto nella zona perianale, per evitare che si sporchi con le feci; questi piccoli accorgimenti eviteranno problemi e patologie.

Leggi anche

Standard di razza del Lagotto Romagnolo

Displasia dell’anca e del gomito nel Lagotto Romagnolo

   

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Articoli interessanti :