Reperibilita' 24 ore 3663942538

La Displasia nel Lagotto Romagnolo

Scritto da:

Clinica Veterinaria Gaia

Lagotto Cucciolata Clinica Veterinaria Gaia

La Displasia nel Lagotto Romagnolo

Il Lagotto Romagnolo e’ considerato a torto una razza non afflitta da displasia dell’anca e del gomito. La realtà purtroppo è ben diversa.

Il peso leggero del Lagotto sopporta gradi leggeri di displasia.

Questo è un fatto molto positivo ma

la razza Lagotto Romagnolo non e’ esente da displasia.

L’ENCI non pone limiti ai gradi di displasia che devono avere i riproduttori.

Il Limite è sul riconoscimento dei riproduttori selezionati.

I Club di Razza invece, ciascuno per la relativa razza, si sono posti di limiti per i gradi di Displasia:

Sono riconosciuti come Riproduttori Selezionati solo il Lagotto Romagnolo con grado di displasia dell’anca A, B, C.

Il Club Italiano Lagotto Romagnolo ammette all’elenco dei Maschi Riproduttori solo Cani con grado di displasia dell’anca A, B, C.

Perla displasia dei gomiti il Club non pone limiti.

E’ importante e professionalmente ed eticamente corretto procedere nella riproduzione e nell’allevamento del Lagotto Romagnolo con cani radiografati il cui grado di  displasia è accertato con Radiografia Ufficiale

Sono i veterinari Lettori Ufficiali e le centrali di lettura ( CE.LE.MA.SCHE)che stabiliscono il grado di displasia e lo riportano sui pedigree e rilasciano certificati ufficiali 

Essendo la Diplasia poligenica non esistono test genetici a riguardo. Per poter affermare che il patrimonio genetico dei genitori è esente da displasia non devono risultare displasici i genitori stessi, tutti i fratelli, i nonni e gli zii.

Non e’ conveniente ne eticamente corretto ignorare questa patologia ne da parte degli allevatori e neanche per chi acquista un cucciolo di Lagotto Romagnolo.

Acquistare o adottare un cucciolo di Lagotto Romagnolo figlio di genitori e nonni testati ed esenti da displasia, aumenta le probabilità di avere un cucciolo sano.

Classificazionedella displasia

La F.C.I. Fédération Cynologique Internationale classifica la displasia dell’anca in 5 gradi, la cui definizione medica è descritta in italiano sul sito FSA Fondazione salute Animale:

  • Grado A – Nessun Segno di Displasia
  •  Grado B – Articolazione dell’anca quasi normale
  • Grado C – Leggera displasia dell’anca
  • Grado D – Media Displasia dell’anca
  • Grado E – grave displasia dell’anca

LaF.C.I. Fédération Cynologique Internationale classifica la displasiadel gomito in 5 gradi.

  • Grado 0 – non si riscontrano alterazioni
  •  Grado BL – (borderline, di transizione): alterazioni articolari minime
  • Grado 1 – presenza di osteofiti di ampiezza < 2 mm, e/o di sclerosi subtrocleare dell’ulna e/o di incongruenza articolare < 2 mm
  • Grado 2 – presenza di osteofiti di ampiezza da 2 a 5 mm
  • Grado 3 – presenza di osteofiti di ampiezza > 5 mm

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.