Reperibilita' 24 ore 3663942538

Problemi dentali nel cane e nel gatto

Scritto da:

Clinica Veterinaria Gaia

I problemi dentali nei nostri animali domestici sono in aumento ma, per fortuna ,è in aumento anche l’attenzione che il proprietario pone nella cura dei propro cane e gatto.

Le cause vanno ricercate nella maggior longevità dei nostri animali rispetto a qualche anno fa, alla maggior presenza nelle nostre case di razze toys e nane maggiormente predisposte a problemi di denti ed ad una scorretta alimentazione che non tiene conto del fatto che non sono piccoli uomini pelosi.
Cani e gatti infatti non possono mangiare gli avanzi della nostra tavola, non possono mangiare solo cibo tenero e non devono mai mangiare dolciumi.
La loro alimentazione dev’essere data da crocchette di buona qualità strutturate in modo da facilitare, durante la masticazione , l’eliminazione della placca dentale obbligando contemporaneamente l’animale a masticare prima di deglutire il cibo.
Infatti la migliore prevenzione verso i più comuni problemi odontostomatologici è proprio l’azione abrasiva meccanica che il cibo compie sulla superficie dentale rimuovendo quotidianamente la placca batterica ed evitando che questa mineralizzi trasformandosi in tartaro.

Il tartaro è facilmente visibile sui denti dei nostri animali alzando delicatamente le labbra e si evidenzia come una zona di colore scuro (da arancione a marrone) che ricopre lo smalto dentale e che cresce partendo dalla gengiva verso l’apice del dente.
Le azioni di disturbo sulla salute del cane/gatto operate dalla placca sono molteplici, andando da semplice

alito cattivo (alitosi),

a infiammazione e retrazione della gengiva,

a predisposizione a carie dentali ed ascessi dentali

fino alle pericolose infezioni batteriche che dalla gengiva prendono la via del sangue e si localizzano in organi vitali come le valvole cardiache.

La prevenzione resta la soluzione migliore abituando il proprio animale sin da cucciolo ad alimentarsi con cibo che tenga puliti i denti come le crocchette ed a rosicchiare gli appositi “ossi finti” di pelle che favoriscono la pulizia dei denti o abituare il proprio cane o gatto a farsi pulire i denti: molti animali si abituano perfettamente a farsi pulire i denti ogni sera con appositi spazzolini o con comodi ditali forniti di spazzolino e un dentifricio specifico per i cani.

Quando il problema si è già presentato bisogna rivolgersi ad un Medico Veterinario per l’intervento di

Detartrasi e lucidatura dei denti.
L’intervento è solitamente piuttosto rapido, richiede un anestesia totale (preferenzialmente gassosa) e consiste nel rimuovere con una apposito strumento chiamato piezoelettrico tutto il tartaro presente sopra i denti. I denti vengono poi lucidati e le gengive controllate fino agli spazi sottogengivali.
A volte si renderà necessario continuare una terapia a casa per qualche giorno con antibiotici o antidolorifici.
Dopo aver pulito in Ambulatorio i denti del proprio animale bisognerà mettere in atto tutte le misure per evitare che il tartaro rimosso si riformi velocemente.
Oltre alle misure alimentari già descritte, molti animali si abituano perfettamente a farsi pulire i denti ogni sera con appositi spazzolini o con comodi ditali forniti di spazzolino e un dentifricio specifico per i cani.

Articoli correlati : 4 semplici passi per pulire i denti del vostro cane

Dott.ssa Laura Jurilli - Clinica Veterinaria Gaia Ancona


[print_link]
 
 

 

Post Footer automatically generated by wp-posturl plugin for wordpress.

Articoli interessanti :